Città Green&Smart: Recovery fund
sia occasione di rilancio
per sostenibilità e verde urbano

La “ripartenza verde e agile” dell’Italia “deve partire da investimenti mirati in due settori chiave per lo sviluppo sostenibile e verde del Paese”. Lo dichiara Marco Civra, presidente Sipe – Città Green&Smart Italia, nel lanciare l’appello bipartisan “affinchè una quota consistente del Recovery Fund possa essere destinata a allo sviluppo smart e sostenibile del Paese”.

“Dobbiamo già pensare al dopo-Covid e alla ripresa di un tessuto economico e produttivo che deve segnare un punto di rottura con il passato. Il Recovery fund rappresenta un’opportunità che, se gestita nel modo corretto, può generare una ripresa economica virtuosa e, nello stesso tempo, consentire una forte spinta allo sviluppo sostenibile del Paese, senza dimenticarne le potenzialità nel campo dell’attrattiva turistica”.

Occorre puntare su pilastri ben definiti, dalla mobilità sostenibile, all’eliminazione dei gap del digital divide tra città e aree rurali, all’incentivo di politiche verdi che possano integrarsi a un turismo sostenibile “che possa ripartire da subito, valorizzando anche quella “prossimità” interna ai confini nazionali di cui molto si è sentito parlare negli ultimi mesi”.

“Si è detto che lo scenario del Covid è equiparabile a quello di un conflitto bellico, ed è vero” conclude il presidente Civra. “Ma non dimentichiamoci che, ad ogni guerra, segue una ricostruzione, una rinascita. E’ a quello che dobbiamo guardare, superando ogni distinguo politico, ma agendo per il bene della collettività e dei territori. Ripartiamo dai Comuni Smart”.